Calore, acqua, vapore, odori di erbe … In inverno, questo è particolarmente seducente. La nostra osservatore Anna Arkatova conduce uno studio su quali stati sperimentiamo mentre visitiamo lo stabilimento balneare e quali sono utili.

Lo stabilimento balneare ha un vantaggio indiscutibile davanti a tutti i tipi di riposo. Dopo di questo, il risultato è immediatamente visibile: siamo puliti. Naturalmente, il risultato in un ampio senso può essere presentato dopo una passeggiata sugli sci (vigore) e dopo una festa amichevole (sazietà) e dopo aver visto il film (impressioni).

Ma a differenza del bagno, questi risultati non possono essere toccati. E pelle fresca, capelli di seta, tacchi rianimati: puoi: eccoli, qual è il modo.

Bath – Old Institute. Ma nel corso degli anni, non solo non va all’archivio, ma si trasforma con successo nel contesto del tempo e del luogo. Ad esempio, sono un fan di un bagno in città. Una volta ho persino festeggiato il mio compleanno nello stabilimento balneare e non intendevo un ufficio separato con gamberi personali – ma un lavaggio comune, bagno turco, docce e tè verde.

I miei scapoli nuotavano letteralmente nella felicità, il volante con bande, prendendo le vele di un foglio, perdendo l’un l’altro fuori dalla vista in una coppia – e abbattendo uno stormo sirena in un carattere di ghiaccio quadrato. Comunque – ci siamo sentiti tutti parte di un elemento, i custodi dei segreti dell’eterna giovine e salute. È anche importante che tutti fossero costantemente impegnati: tela, scrub, maschere.

Il bagno in questo caso è un animatore ideale, cioè, secondo la definizione, “uno che ispira i partecipanti dell’evento per la partecipazione attiva” – a meno che, ovviamente, questo concetto non si applichi alla compagnia di adulti … Tuttavia, gli adulti sono adulti?

Aperto corporeo e sinceramente, credulone, nel bagno abbiamo beato l’immagine di noi stessi, con la quale è così difficile incontrare in una dura vita regolamentata di una metropoli.

Come non si vergogna

Molti anni fa, per la prima volta a volare ad Amsterdam, io e mio marito siamo entrati nei bagni della città. Gli amici di The-Boar hanno iniziato a presentarci alla cultura da loro. BAGNI A AMSTERDAM – Una struttura di grande scala con diverse piscine, non sto parlando di un numero infinito di accoppiamenti, hammam, saune e sale da massaggio. Sia gli uomini che le donne si muovono nel territorio in cui la madre ha dato alla luce, compagnie, coppie, famiglie … solo mio marito e io eravamo imbarazzati.

Ma invano – nessuno, a quanto pare, non si preoccupava nudo, sebbene, secondo le nostre idee, doveva preoccuparsi. E solo più tardi, dopo aver assaggiato il fascino meditativo del lavaggio collettivo, ero convinto della correttezza degli europei.

“La nudità corporea nel bagno non ha nulla a che fare con la provocazione sessuale o erotica”, afferma lo psicoterapeuta, specialista nel campo della terapia procedurale di Arman Bekenov. – anche se lo stabilimento balneare è comune per uomini e donne. Una casa da bagno è un contesto speciale in cui l’affermazione “I am nudo” è uguale all’affermazione “I Am Real”. La necessità di mantenere costantemente il tuo “volto sociale” è un onere psicologico molto forte, quindi le condizioni in cui noi (e ciò che è importante – tutto ciò che circonda) possiamo abbandonarlo non ha prezzo “.

Tutto era misto

Un’altra cosa è la sauna. In alcuni contesti, acquisisce un valore entusiasmante di un club chiuso. A parole “C’è ancora una sauna”, lo stato della vacanza, il marchio dell’istituzione, lo stile dell’evento diventa immediatamente chiaro. Sauna – Un luogo in cui non puoi sudare molto, non particolarmente spogliarsi, ma sederti più da vicino, dicendo senza esitazione, sorridere inosservato, toccando per caso a tutto caldo e bagnato.

Differenza di temperatura, bagno turco con

Passaggio 5. NADAVI sulla punta del linguaggio del preservativo per rilasciare l’aria da esso. A come riportare un orgasmo a una famiglia questo è scritto nelle istruzioni sulla confezione, quindi è meglio non trascurare questa regola. Dopodiché, vediamo un preservativo all’interno dei denti in modo che non cada dalla bocca.

una scopa – tutto ciò ci consente di entrare in picco di esperienze estatiche, che nell’esperienza quotidiana sono estremamente poche

Ma questa è una versione così glamour. In effetti, una sauna classica è solo una temperatura di 100 ° C con umidità molto bassa (non più del 20%). Devo dire che una tale proporzione è che il nostro corpo è estremamente allarmante. È molto più facile tollerare uno stabilimento balneare russo – una media di 50 ° C, umidità 70% più una scopa magica.

È vero, oggi i soliti bagni russi e saune finlandesi tra i cittadini sono stati a lungo collegati in un bagno turco di legno con un termometro e una collina di pietre, che sono bloccati, se schizzi acqua. Mentre inizialmente una sauna è un vapore secco. E il bagno russo è bagnato, scolpito con pietre dalla pietra. Inoltre, le pietre sono coperte nella fornace e la stufa è idealmente in legno!

La globalizzazione, tuttavia, ha mediato tutte queste sottigliezze di soggetti, conciliando i nostri desideri di riscaldarsi e purificare su uno scaffale. E anche se la sauna ha suggerito una piscina e lo stabilimento balneare russo è una buca per il ghiaccio, ora queste opzioni, insieme alle scope tradizionali, stanno andando alla deriva da un tipo di bagno all’altro, non impedendo completamente ai partecipanti di ottenere impressioni forti e piacevoli del processo.

“Una delle importanti funzioni terapeutiche del bagno è alleviare lo stress. Differenza di temperatura, bagno turco con una scopa – tutto ciò ci consente di entrare nelle esperienze estatiche così chiamate. Ne abbiamo davvero bisogno, nella nostra esperienza quotidiana ce ne sono pochissimi. Il bagno riempie con successo questa carenza. Da qui la sensazione di leggerezza, rinnovamento, vigore “, afferma Arman Bekenov.

Come in un sogno

È possibile confrontare il lavaggio in un bagno con una doccia o un bagno in un appartamento? Non ti darai né la mano correttamente, né fuori dalla tua testa!

“Facciamo tutto da te” – Questa non è solo una chiamata per strofinare dalla testa ai tuoi piedi con un tela, è molto più ampia il desiderio di purificarsi da routine, ansie, pensieri ossessivi, cattivo umore. Tutte le manipolazioni del bagno con la pelle servono anche a questo scopo: sfregamento, pelaggio, montare con una scopa ..

La condizione che una persona sperimenta nello stabilimento balneare è più vicina alla sensazione quando va a letto: quando tutto non necessario e alieno

Perché la pelle è il nostro primo confine fisico con il mondo. Le relazioni con gli altri, la vulnerabilità e la resistenza dipendono da come lo proteggiamo. E non è nemmeno così tanto in igiene quanto nell’attenzione con cui tratteremo il corpo. Lo stabilimento balneare come niente ha e si muove.

“Senti il ​​confine con il mondo attraverso la pelle è una sensazione unica. Può essere ottenuto aprendo i pori, facendo rivivere tutta la scala dei recettori che la pelle è equipaggiata “, afferma Arman Bekenov, non senza motivo, gli indiani considerono ancora sudare nel bagno un rituale mistico associato alla reincarnazione”.

Ho amici che vedono nel bagno non solo igienico (lavaggio) e sociale (chat), ma anche pratica spirituale. Alcuni rituali si associano a lei, quasi un paio di acqua viene portata all’arte, solo l’acqua minerale o le tisane sono ubriache. Sanno che nel bagno un tempo è, per così dire, la sensazione di significato arriva, alcune rivelazioni. Tutti questi sono marcatori del fatto che ci combiniamo con la realtà, con noi stessi.

“La condizione che una persona sperimenta nello stabilimento balneare è più vicina alla sensazione quando va a letto: quando tutto è inutile, alieno, transitorio”, continua lo psicoterapeuta. – ma siamo abituati a dormire e quindi non notiamo l’effetto. E lo stabilimento balneare a metà giornata ci conduce in un armonioso equilibrio con noi stessi e il mondo “.

Il bagno è il posto più pulito e caldo della terra. Hanno partorito nei bagni, trattati e persino vissuti. Arina Rodionovna, la tata di Pushkin, che condivide gli anni dell’esilio con lui a Mikhailovsky, si stabilì nello stabilimento balneare, anche se le furono offerte camere nella casa del maestro. Ma preferiva una camera odorata di erbe e un albero, con uno spogliatoio spazioso. La tata viveva fino a settant’anni: a quel tempo un tempo senza precedenti. Forse è tutto per lo stabilimento balneare?

>
<